IL MASCHIO ALFA NON HA BISOGNO DI LEGGERE LIBRI.

September 5, 2016

Il maschio alfa, da tempo immemore, é quello che comanda, che guida il branco, che ha il diritto di prendersi la femmina migliore. 
E pure tutte le altre, se ne ha voglia. E senza discutere.
Il maschio alfa non discute, agisce. Il maschio alfa non ha tempo da perdere, lui. Il maschio alfa sa tutto e puó tutto. 
Che se ne fa lui, di elucubrazioni mentali, sofismi inutili, congetture fantasiose, parole a profusione, retoriche inutili?  Il suo vocabolario personale é pratico, essenziale, espresso con virile determinazione, senza fronzoli inutili.
Ma, sempre e solo se ne ha voglia, puó concedersi una parentesi culturale, tipo andare al cinema, oppure sorprenderci con letture impegnate, tipo Quattroruote, Gazzetta dello Sport o cataloghi di disegni per esaltare il suo splendido corpo con tatuaggi fichissimi.
Ha ragione, come sempre. Perché dovrebbe avventurarsi in territori per lui inesplorati come biblioteche, librerie e (orrore!) circoli di poesia? Perché dovrebbe misurarsi a colpi di citazioni letterarie, quando ha testosterone a profusione ed è in grado di picchiare chiunque senza perdere troppo tempo? 
Ma....c'è un ma in ogni cosa. 
Se il maschio alfa, inavvertitamente, in un raro momento di debolezza, si innamora della donna sbagliata, con velleità culturali si intende, allora per lui è finita. Tutte le certezze che aveva svaniscono come una granita al caffè ad agosto, nella valle dei templi ad Agrigento. A mezzogiorno, quando non c'è ombra alcuna. È successo. Puó succedere. Succederà ancora. È la prova provata che spesso gli opposti si attraggono. E per lui, il maschio alfa è un bel problema. Deve tirar fuori tutte le sue capacità intellettuali, praticamente nulle, e svilupparle alla massima potenza, ben attento a non diventare l'opposto di quello che è sempre stato: una mammoletta. Ha bisogno di una strategia. Deve acquisire informazioni, al più presto. E soprattutto deve dimostrare a lei, quell'angelo che lo ha stregato, che è un ragazzo sensibile, colto e curioso di tutto. Sarà dura.Prima mossa, potrebbe chiamare suo cugino, si quello fissato con i libri, che non vede dai tempi della scuola. Che lui, il maschio alfa, mica c'aveva tempo per studiare, aveva ben altro da fare. Utilizzando il suo famoso savoir fair ( tradotto, lo minaccia pesantemente) ottiene la sua collaborazione. Andranno in biblioteca per una bibliografia di base, che lo prepari in breve tempo a vedere il mondo con occhi nuovi. Ma non bastavano un paio di buoni occhiali da vista? Intanto la dea che lo ha scelto come guardia del corpo....pardon, come fidanzato, continua a rinfacciargli una scarsa propensione alla cultura, lo porta a vedere film improponibili, gli consiglia letture al disopra delle sue possibilità, addirittura gli chiede chi è il suo autore preferito; in un lampo di chiaroveggenza, una vaga reminescenza scolastica, gli esce involontariamente un nome sulle labbra: Leopardi. Lei non crede alle sue orecchie, gli occhi le si inumidiscono e, ancora più stretta a lui gli mormora con labbra tremanti, suadente: lo sapevo, dietro questa scorza ruvida batte un animo sensibile. È finita. Tutti i suoi argini crollano. Deve diventare un intellettuale, in breve tempo. Dopo averla accompagnata a casa, sono le due di notte, chiama l'invertebrato, suo cugino: domani giorno di ferie obbligatorio per tutti e due: il piano deve essere operativo al più presto. E senza discutere. Alle 9 in punto sono i primi, davanti alla biblioteca nazionale.

 

Lista dei libri:

Odissea. 
Parla di gente che scorrazza tra mari e monti nell'antica Grecia, tra mazzate, inseguimenti, sotterfugi, battaglie, guerrieri invincibili e non, dei, semidei e belle donne. Gli piace. Pensava peggio, sinceramente.

L'epopea di Gilgamesh.
Ma dove li trova ''sti titoli, il cugino? Pure qui si mena di brutto. Alla vecchia maniera poi, mazzate a destra e sinistra. Guerrieri dappertutto. Intrigante. Opps, da dove viene questo termine desueto? Qualcosa non gli quadra.

 

Divina Commedia. Alighieri
Due tizi, provabilmente preda di allucinogeni, che si fanno un giro tra inferno, purgatorio e paradiso, je ne capitano di tutti i colori e se la cavano sempre e comunque, fino a riveder le stelle. Familiare, come storia, un pó come i film di Bud Spencer e Terence Hill. Passabile anche questo.

Enciclopedia Britannica. Autori vari
Qui c'è tutto. Proprio tutto. Un pó voluminoso, forse. 
Un sospetto nasce nella sua mente, non è che la mammoletta si sta vendicando? Impossibile, la sua vita sarebbe a forte rischio. Mmmm, i suoi occhi inespressivi dietro gli occhiali spessi non danno segnali di ribellione. Meglio per lui.

 

Robinson Crusoe. Da Foe
Fico, questo. Un uomo vero, che non si arrende davanti a niente. 
Sa fare tutto, fa tutto. E ha pure un assistente. Buona idea. E non ha neanche molte pagine. Simbolico. E da dove proviene questo termine? Boh. Deve andare avanti.

Don Chisciotte de la Mancha. Cervantes
Divertente, il secco e il panzone che attraversano la Spagna e ne fanno di tutto i colori. Alcuni passaggi sono per lui strani. Ma ormai c'è dentro, prima o poi capirà. Libro bizzarro e stravagante. Hahh, una fitta al costato, altre parole per lui desuete.

 

Lo Zibaldone. Leopardi
Siamo al dunque, qui deve proprio impegnarsi particolarmente, potrebbe essere interrogato, a breve, dalla sua dea. Prima però deve capire la differenza tra poesia e tutto il resto. Prende appunti: cercare poesia su Wikipedia. Mah

 

Tutte le commedie di Shakespeare.
Impresa ardua. Molto, troppo voluminoso. Però nella sua mente, leggendo, si apre uno strano varco, comincia quasi quasi a divertirsi. Non si annoia giá dopo 10 minuti, come al solito, ne passano prima 30, poi 40. Poi due ore. Il Bardo (questa se l'è segnata) si rivela un tipo interessante. La sapeva lunga con le parole, il tipo.

Il Milione. Polo
Ma questo stava sempre in vacanza?  E senza GPS per giunta! Quindi, prima, eravamo noi ma rifilare fregature ai cinesi. E non viceversa. Interessantissimo, però. Un commerciante curioso, appassionato, non aveva paura di niente e di nessuno. Cosmopolita. Un'altra interferenza, si sente sempre più strano, il maschio alfa. Che sarà mai?

 

I promessi sposi. Manzoni
È indubbiamente una prova di forza. Deve affrontarla senza timore. Titolo già sentito, da qualche parte. Pare una telenovela d'antan. 
Altra parola bizzarra, ma cosa gli sta succedendo? Non si riconosce piú. Ma non ha tempo di di pensarci, deve leggere. Leggere. Leggere.

 

Guerra e pace.Tolstoj.
Ahh,  finalmente una bella storia di guerra, amore e di avventure varie. Sempre prolissi, però, 'sti russi. Prolissi? Ma che sta dicendo? Non importa, deve andare avanti, anche perché 'sta storia gli piace. E molto. C'è la finale di Champions League in TV? Non importa, qui l'intreccio si fa estremamente interessante. Deve sapere come va a finire. Deve andare avanti.

 

Siddartha. Hesse.
Libro inconsistente, come dimensione e volume, rispetto agli altri. Ed è pure strano. Parla di evoluzione personale, senso della vita. Concetti per lui estranei fino a un mese fa. (Si, si è chiuso in casa da un mese, leggendo e dormendo pochissimo, adducendo la scusa di un'influenza molto contagiosa).  Una volta chiuso il libro, provato da tante letture, ha una piccola vertigine.

Si sdraia, stremato, e comincia a sognare. Sono lì, tutti in fila, il poeta cieco, pure quello gobbo, il Bardo, Cervantes, ci sono pure Venerdì, Sancho Panza e Don Rodrigo. In un angolo il Kublai Khan, appoggiato a   Virgilio, lo benedice.
Cosa vogliono da lui? Perché sorridono benevoli guardandolo? "Benvenuto, figliolo! Adesso sei pronto. Il mondo intero è davanti a te. Vai e disseta la tua immensa sete di cultura".
A quella parola si sveglia urlando, il maschio alfa, ma trova davanti a lui il suo angelo personale che lo guarda con occhi pieni di amore. 
"Tesoro, stai meglio? Stasera c'è la presentazione di un libro antologico sulla letteratura giapponese ai tempi della dinastia Edo. In versione originale. Non possiamo mancare"
E una frase esce di getto dalle sue labbra: 
"Giammai, mia adorata!! Dirigiamoci in loco, senza indugio. E ricorda, siamo fatti dello stesso materiale delle stelle".

Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

August 1, 2016

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square