La rivoluzione della luna. Andrea Camilleri. Sellerio

May 2, 2016

 

 

Andrea Camilleri, famoso in tutto il mondo soprattutto per la serie del commissario Montalbano, è un genio riconosciuto, capace di scrivere come pochi altri. 
Eclettico e decisamente prolifico, é capace di raccontare, emozionare, appassionare, divertire senza tregua. 
Nella sua sterminata opera, tra l'altro entrata nel vivo vent'anni fa alla tenera etá di 70 anni, troviamo di tutto: gialli, romanzi da lui definiti civili, racconti fantastici, novelle tragicomiche, resoconti storici più o meno romanzati, inchieste e opere teatrali. E molto altro.
Spesso, ma non sempre, utilizza una sorta di dialetto siciliano (lo stesso utilizzato nei gialli del commissario Montalbano) che non necessita di un glossario, se ne intuisce intuisce il significato e si scopre piano piano, leggendo. Questa lingua inventata predifficoltàà.no il lettore, rivelandosi una chiave unica per entrare nell'universo di questo autore; un idea geniale, effettivamente. 
Negli innumerevoli romanzi di Camilleri che traggono spunto da fatti realmente accaduti, spicca questo "La rivoluzione della luna" soprattutto per la protagonista femminile, donna Eleonora di Mora, figura indimenticabile e perno di questa breve ma intensa "rivoluzione". Una rivoluzione, un sovvertimento delle regole realmente accaduto e qui raccontato, in modo romanzato e descritto in modo brillante e coinvolgente.
Donna Eleonora fu l'unica donna che, anche se brevemente, governò sul regno di Sicilia, sostituendo il marito Don Angel de Guzman morto improvvisamente, a capo del Sacro Regio Consiglio. 
Questo accadde a Palermo, nel 1677 e duró  poco meno di un mese, periodo brevissimo in cui Donna Eleonora, giovane e bella spagnola, diede prova concreta delle sue capacità, della sua determinazione e della sua apertura mentale, in netto contrasto con la mentalità bigotta e conservatrice dell'epoca. Si erse contro le discriminazioni, la corruzione, le ingiustizie sociali, le sopraffazioni dei potenti, chiesa compresa.  L' autore fa pensare, divertire e indignare il lettore, raccontando di un occasione persa, nascosta (o per meglio dire occultata) tra le pieghe della storia, siciliana e nello stesso tempo italiana. Raccontando tutto questo parla anche dei nostri tempi, dove, in forma più o meno velata si ripresentano gli stessi temi, discriminazione verso le donne compresa. 
La vice regina, ostacolata e alla fine fermata dai poteri costituiti, riuscì comunque a rendere effettivi una serie di provvedimenti rivoluzionari per l'epoca, sostenendo per decreto donne, poveri e famiglie in difficoltá
Tutto questo è raccontato magistralmente, utilizzando il già citato dialetto siciliano, l'italiano e lo spagnolo, senza perdere ritmo e comprensibilità. Un gioiello da gustare, che vi incanterà e inevitabilmente vi porterà a voler leggere ancora Camilleri. 

 

A tal proposito, giusto per cominciare, si consiglia "Il re di Girgenti",  "La stagione della caccia" e "Inseguendo un'ombra". Non potrete piú farne a meno, leggerete anche tutti gli altri, garantito.

 

Colonna sonora Jordi Savall " Greensleeves"

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

August 1, 2016

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square